avrò un crollo

avrò un crollo
che si farà da parte anche l’inverno
che spariranno tutte le stagioni
che mica si può sempre stare in piedi

avrò un crollo
di quelli ridondanti
di quelli da Vajont
che ti giri
e ti rigiri
ed è desolazione

avrò un crollo
da ricucirne gli arti
da custodirne il corpo
da ricomporlo a stento
da maneggiar con cura

avrò un crollo
da infliggermi l’ossigeno
da riportarmi in braccio
da carezzarmi piano

21/01/2018  h: 03,57

Annunci

di una vita di riserva

di una vita di riserva
ch’io potessi aggiudicarmi
neanche l’ombra s’intravede
da quaggiù, così dal fondo
vedo solo poche corde
da calare, da lassù
ma non regge mai
l’intreccio, il sostegno
al mio levare
così che è niente più che un battere
un cadere, riversare
non assisto alla sorpresa
alla spinta, all’inondare
mi trema il cuore
in questi argini
sempre così ben definiti
noiosamente predetti
eppure ancora penso,
ad ogni mio risveglio
quando questi occhi
butto al soffitto,
che ogni tanto
bisognerebbe, si,
bisognerebbe rendere grazie

14/01/2018 h: 15,36


sii gentile con me

sii gentile con me
e perdona la paura
che il nostro essere
non è mai solo il momento
ma tutto quel che ha vissuto

sii gentile con me
quando io non sarò capace
quando non sarò abbastanza

sii gentile con me
ch’io tendo alla disperazione
e non conosco la misura

sii gentile con me
che l’amore mi fa debole

sii gentile con me
se dovessimo scoprirlo
che non è stato niente

sii gentile con me

e sarà tanto
anche il poco

08/01/2018  h: 19,52


datemi rothko

datemi rothko
pollock
e spoerri

datemi chaplin
montale
e la gualtieri

datemi tutti quegli ossi di seppia
senza polvere senza peso

e poi tutta la musica
tutta quella che reggerà l’orecchio

30/12/2017  h: 12,50


sganciatemi il cuore

sganciatemi il cuore
squarciatelo a morsi
ne sia fatta poltiglia
frammento
sminuzzo feroce
celatene i resti
levate lo schizzo
raschiate il profumo

è il cuore
il cuore
che stanca

29/12/2017 h:23,35


vorrei piacerti sin dall’inizio

vorrei piacerti sin dall’inizio
quando di me non sai niente
quando non sai il mio come

vorrei piacerti da prima

vorrei piacerti senza reputazione
senza l’eroismo di ogni vita
senza la mediocrità dell’umano
senza sbirciare il dolore
quello ospitato dagli occhi
senza l’estasi che sarà dei sorrisi
senza lo smollo dell’abbandono
senza l’orgasmo della carne
senza la smania di rivelarmi chi sei

vorrei piacerti sin dall’inizio
quando non sai dove mi tramonta il sole
quando non sai del mio silenzio
delle notti in cui non dormo
e non sprofondo

vorrei piacerti a prescindere

vorrei piacerti così
senza sapere niente
solo che mi cercavi

19/11/2017  h: 22,00


si è fatto il tempo del fuoco

si è fatto il tempo del fuoco
si è fatto largo
nelle pieghe del cappotto
nella pioggia che s’affaccia
e ci ripensa
e torna indietro

io voglio l’odore del muschio

si è fatto il tempo di guardarla
quell’acqua che piomba
tempo della salsiccia da condire
delle terre da riempire
dell’olio che pizzica di spremitura
del vino e la sua colmatura

io voglio coperte pesanti

quelle che sanno d’imbalsamazione
quelle di quando ero bambina
che ti addormentavi
e, così, ti risvegliavi
e più che sonno
era pietrificazione
ed era lì
che scoprivi l’inverno

 

16/11/2017 h: 00,29