pianissimo per non disturbare

pianissimo per non disturbare
ho messo l’armatura

son stata uomo
e donna
e uomo ancora
e donna, donna grande
in mostra del maschile
e poi di nuovo donna
in groppa al suo destriero

non vidi la giustizia
che sempre si fa franca
e di ogni pietra che incontrai
ne feci collezione
quando mancò lo spazio
le radunai in torre
non contemplai un ingresso
così rimasi in cima
ad avvistare
a proteggere, riparare

perdona il mio mutismo
si sgretoli la torre
chè ho visto un’aria laggiù
aleggia un’aria laggiù
che è come di conforto
che sempre si fa viva
un’aria di sbarazzo
che leva dall’ingombro
di questo nostro essere
talvolta così sfiduciato
così non credente
così impegnato
ad intercettare
quel che non si ha
quel che manca, invece di
ringraziarla di
portare riverenza
a quella fragilità
che ci fa sacri
ci fa armatura
essa stessa ci fa
scudo
senza sguaino della spada
ci fa belli
ci fa veri
in silenzio ci fa
forti

a mia sorella  11/03/2019  h: 11,08

Annunci

non farmi Tiresia – ovvero preghiera per un Dio qualsiasi

non farmi Tiresia
di me non fare cecità
che quel ch’io chiedo
è di vedere
vedere ancora e soprattutto
per le parole e per la luce
che senza, io,
non saprei stare
e per le ombre, il tramontare
per ogni piccolo essere
per tutto il verde e le sue acque
e per il vento, il suo spostare
per l’intreccio delle mani
per ogni ruga allo scandire

06/03/2019  h: 01,03


c’era una vita altrove

c’era una vita altrove
ch’io non potevo

fu come un sonno, un coma
un presente sospeso

il risveglio fu privo di arnesi
né vestaglia
né pelle o misura

*

c’era uno spazio, tra me e te,
ch’io non potevo

e da riempire, una distanza
un vuoto, come di esequie

*

ma se ancora io
sapessi leggere i segni
saprei che non c’eri, per me
eppure continuo a sentirti accanto

 

a V.    27/01/2019  h: 20,01
19/02/2019  h: 02,31
20/02/2019  h: 00,10


dove finisce il deserto

dove finisce il deserto
il ritorno è ai profumi
e bisogna annusare adagio

quando finisce il deserto
si hanno occhi per vedere
gola per bere
e ci tocca di farlo
ma a piccoli sorsi

dove finisce il deserto
si tiene a bada la brama
che del troppo si muore

quando finisce il deserto
inizia la pazienza
quella vera

22/01/2019  h: 13,34


solo si ama

solo si ama
quando si ama pure il difetto
l’ammacco, lo sbecco

in accettazione del limite
in coscienza d’imperfetto

ululai quella notte
in accordo con lo stupore

h: 00,11  11-01-2019


avevamo persino

avevamo persino
la stessa pelle
stati fatti, a suo tempo,
degli stessi colori

avevamo di buono
di tuffarci nell’altro
non bastavano gli occhi
lo sguardo
l’infinità del mentre

avevamo di buono
un odore di casa
sul corpo
sul volto
tra le nostre dita

avevamo persino
l’amnesia del tempo

avevamo di buono
di ritrovarci spesso

a V.   h: 23,40  26/11/2018


postuma.9

amai sempre così
amai con forza
amai di rado
con quella certezza
che spaventa, sbilancia
tutt’ora anche me
gran parte del tempo
fu solitudine

per sopravvivere
valutai un compromesso
implorai tutti i mali
l’egoismo
per primo
miseramente fallii nell’intento

puntai allora
alla vita
ed ogni sua meraviglia
mi ritrovai sola
nell’ammirare
mi annoiai di me stessa
ché di tutto quel sentire
se non condiviso
spesso non seppi che farmene

fu quello il momento
di accordarsi alla massa
ma fallii nuovamente

solo questa fu
la mia sventura
di non conoscere compromesso
conobbi il mio limite
senza riuscire a porvi rimedio

ebbi sempre poco a che fare
con quella vita

 

h: 13,35 10-10-2018